in Web Marketing

Il nome dominio non è più importante!

Nella realizzazione di un progetto web qualcuno non considera più il nome dominio come uno dei fattori httpwwwimportanti, a causa del crescente uso di social bookmarking e sottoscrizioni RSS feed!
In effetti attraverso i social, bookmarking compresi, spesso si atterra su nuovi siti web/blog  senza necessariamente conoscerne il dominio.

Potrebbe allora essere valida la considerazione seconda la quale non è così importante la ricerca e valutazione del dominio per il proprio sito web o blog?

Potrebbe essere una motivazione più o meno interessante da valutare, ma è anche vero che la sottoscrizione al feed RSS e la condivisione del link del sito attraverso i boomarking si verifica solo dopo aver visitato il sito più e più volte. Dopo cioè che l’utente ha potuto verificare quanto la fonte (sito/blog) risulta “meritevole” di  una sottoscrizione. Cosa accade prima di tutto ciò?

Una volta che l’utente è arrivato sul sito, attraverso un link o l’utilizzo dei motori di ricerca, e decide successivamente di ritornarci, il nome dominio avrà un ruolo importante.

Se è sufficientemente breve, facile da ricordare e da pronunciare, sicuramente i visitatori non avranno alcun problema di ritornare sul sito senza commettere alcun errore.
Diverso è invece se si debba ricordare un dominio piuttosto lungo. In questo caso il rischio che si perda la visita  di ritorno è molto probabile, con le relative conseguenze.

Pensate che valga la pena, quindi, non considerare così tanto il nome del dominio scelto?

Ricapitolando, il nome del dominio dovrebbe essere:

  • breve e facile da ricordare e pronunciare
  • potrebbe contenere la keyword importante per il sito (senza esagerare)
  • correlato al tema del sito

Aggiungereste dell’altro?

Fonte immagine

  1. Credo il nome di un domino rimane molto importante per più motivi, il primo è per convincere qualcuno di scegliere il mio sito dai risultati di una ricerca in Google. Vari studi lo confermano, e.g. Microsoft Research (ftp://ftp.research.microsoft.com/pub/tr/TR-2007-01.pdf) e MarketingSherpa: Search Marketing Benchmark Guide 2008.

    Per un sito personale, credo Anil Dash ha detto tutto sul argomento: http://dashes.com/anil/2009/06/the-future-of-face

  2. il fatto è che se arrivo ad un sito tramite una ricerca, e non leggo il nome del del dominio perche mi sfugge o perche è troppo lungo o perche è un blog, il caso spesso vuole che il sito che raggiungi è proprio quello che fa al caso tuo perche magari è ben indicizzato e le parole che cerchi si riflettono all'interno del suo contenuto, ma spesso, quando poi ci si confronta con qualcuno parlando di un sito, spesso si sente la frase…"oggi ho trovato un sito che parla di "accessori per i lettori Mp3" è molto interessante si chiama….. si chiama….. si chiama…non mi ricordo, cerca su google "accessori per mp3 dovrebbe essere il 3° o 4° risultato! a mio avviso come dici tu Rio …nome corto e se possibile ritmato "scaccomatto.it; gemmerare.net parlopiano.com … ma è solo una mia idea è!

    • Bè l’esempio che fai (la ricerca del keyword perché non ricordi il nome del dominio) è una interessante, sa molto di “utente”. :)

      E se, come spesso capita, il sito lo trovi in giro per il web, via il link del link del link, e non ricordo assolutamente come ci sono arrivato?! Altro bello (comune) esempio, no? :)